Birrificio Italiano

Storia

Birrificio Italiano nasce come brew-pub a Lurago Marinone (CO) il 3 Aprile del 1996, fondato dai fratelli Agostino e Stefano Arioli. E’ il primo birrificio artigianale in Lombardia e tra i primissimi in Italia. Negli anni la produzione cresce e si sposta da Lurago Marinone, dove il pub continua ad essere guidato da Stefano, alla vicina Limido Comasco, dove Agostino è anima della ricerca alchemica e della produzione birraria. In questi anni di attività il birrificio ha dato un sostanziale contributo nel rivoluzionare la cultura birraria italiana attraverso una costante attività sul territorio. Al Birrificio Italiano si deve la realizzazione di birre di infinita qualità, come la Tipopils, l'Italian lager per eccellenza, la Bibock, l’estiva Fleurette, la Amber Shock, solo per citarne alcune. In anni recenti vede la luce Klanbarrique: progetto in collaborazione con due enologi trentini volto a sfumare i confini tra birra e vino, celebrazione della potenza selvatica della natura, sperimenta

Identità

Quando si parla di birra, l’idea di Birrificio Italiano è semplice: quella che producono è libera, pulita, buona da bere e arriva al bicchiere in condizioni perfette. Libera dalle mode e dai manierismi. Pulita perché senza stabilizzanti, enzimi, flocculanti o altro. Buona da bere perché la birra di Birrificio Italiano non è un oggetto da museo, ed il suo valore è pari solo al piacere che scaturisce consumandola. Deve essere buona perché ci piace che la birra unisca le persone, ci piacciono la convivialità, i brindisi e le risate; ma anche le bevute. Perfetta perchè, a volte, un buon bicchiere vale davvero più di mille parole.

Tre aggettivi

Libera, Pulita, Buona

Birrificio Italiano nasce come brew-pub a Lurago Marinone (CO) il 3 Aprile del 1996, fondato dai fratelli Agostino e Stefano Arioli. E’ il primo birrificio artigianale in Lombardia e tra i primissimi in Italia. Negli anni la produzione cresce e si sposta da Lurago Marinone, dove il pub continua ad essere guidato da Stefano, alla vicina Limido Comasco, dove Agostino è anima della ricerca alchemica e della produzione birraria. In questi anni di attività il birrificio ha dato un sostanziale contributo nel rivoluzionare la cultura birraria italiana attraverso una costante attività sul territorio. Al Birrificio Italiano si deve la realizzazione di birre di infinita qualità, come la Tipopils, l'Italian lager per eccellenza, la Bibock, l’estiva Fleurette, la Amber Shock, solo per citarne alcune. In anni recenti vede la luce Klanbarrique: progetto in collaborazione con due enologi trentini volto a sfumare i confini tra birra e vino, celebrazione della potenza selvatica della natura, sperimenta

Quando si parla di birra, l’idea di Birrificio Italiano è semplice: quella che producono è libera, pulita, buona da bere e arriva al bicchiere in condizioni perfette. Libera dalle mode e dai manierismi. Pulita perché senza stabilizzanti, enzimi, flocculanti o altro. Buona da bere perché la birra di Birrificio Italiano non è un oggetto da museo, ed il suo valore è pari solo al piacere che scaturisce consumandola. Deve essere buona perché ci piace che la birra unisca le persone, ci piacciono la convivialità, i brindisi e le risate; ma anche le bevute. Perfetta perchè, a volte, un buon bicchiere vale davvero più di mille parole.

Libera, Pulita, Buona